Per chi desidera iscriversi al primo anno è consigliato un colloquio preliminare con un docente del corso prescelto (gli allievi minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore o da chi ne fa le veci). Sarà valutata l’attitudine e le motivazioni della scelta del corso. Per iscriversi agli anni successivi è sufficiente aver superato la verifica di fine anno con esito positivo.
Le iscrizioni sono aperte tutto l'anno, tuttavia l’accesso ai corsi rimane a discrezione della direzione della scuola.
Il pagamento della quota di iscrizione e partecipazione ai corsi da diritto gratuito a:
Utilizzo dei materiali e strumenti messi a disposizione dalla scuola.
Fornitura di dispense e materiale didattico.
Incontri con autori e addetti ai lavori del settore, partecipazione a eventi promossi dalla scuola.
Rilascio gratuito di certificati (credito formativo) e attestato di partecipazione.

All'atto dell'iscrizione al corso si dovrà versare un contributo pari a € 40,00. Il contributo versato è comprensivo della quota associativa per l'associazione culturale che indice il corso:

Per partecipare al corso si deve un contributo mensile di € 60,00
Il pagamento deve essere effettuato il primo giorno di lezione del mese in corso.

Sono possibili riduzioni delle quote contributive da versare (non cumulabili tra loro).
La quota da versare è di € 50,00 invece di € 60,00 nei seguenti casi:
Legami di parentela.
Età inferiore ai 11 anni.
Condizioni economiche disagiate (è necessario presentare il modello ISEE).

Sono possibili riduzioni delle quote contributive da versare (non cumulabili tra loro).
La quota da versare è di € 105,00 invece di € 115,00 nei seguenti casi:
Legami di parentela.
Età inferiore ai 11 anni.
Condizioni economiche disagiate (è necessario presentare il modello ISEE).

Nel caso di iscrizione a corso iniziato l'allievo non è tenuto a versare le quote (o parti) per le lezioni a cui non ha partecipato. La quota di iscrizione, invece, dovrà essere versata nella sua interezza.

L'allievo che interrompe il corso di studio, previa comunicazione alla Direzione della scuola, non è tenuto a corrispondere le quote successive al suo ritiro. In nessun caso ha diritto alla restituzione delle quote già versate.

Variazioni al calendario delle lezioni o l’interruzione per cause di forza maggiore (epidemie, ragioni di ordine pubblico o gravi calamità naturali) non implicano la riduzione delle quote di partecipazione.

Per lunghi periodi di assenza (motivi di studio, familiari o medici) è possibile ottenere agevolazioni, a condizione che sia annunciato preventivamente alla direzione.

 

Torna alla pagina iniziale del sito